Rossi e Rosa

Eccitante, aggressivo, emotivo, ma anche benefico e risanante, il rosso è molto utile in caso di melanconia, depressione e pigrizia e stimola i processi creativi. Scalda il corpo, stimola la liberazione di adrenalina. Il rosso rende loquaci, aperti, premurosi, passionali. Ha un effetto potente sull’umore e trasmette molta energia: è dunque meglio usarlo in ambienti in cui non si rimane a lungo perchè potrebbe innervosire; chi non vuole emozioni forti può usarlo in piccole quantità solamente in stanze di passaggio e non in camera da letto nelle tonalità brillanti o opache. Ottimo anche per la cucina, se non usato per tutte le pareti. Tutti i rossi stanno bene insieme, e così anche i rosa. Alcune sfumature di rosso e rosa insieme possono essere perfette per un salotto dai toni ricchi e appassionati o per una stanza da letto in toni floreali pastello.

Il rosa invece agisce in maniera spiccata sul sistema nervoso rilassandolo e suscitando ottimismo, freschezza, delicatezza, frivolezza, pulizia e intimità. Si trova in diverse sfumature, come il fuxia o il rosa shocking, tali tinte, nelle sfumature più intense caratterizzano in modo molto forte e personale gli ambienti e donano una certa dose di elettricità. Nelle tinte più delicate e romantiche, invece, il rosa trasmette sensazioni di intimità e rilassamento. Si consiglia di utilizzare le tonalità che vanno dal rosa antico al salmone sulle pareti; le tonalità pastello invece su superfici parziali o sui dettagli, si consiglia il lilla per il soggiorno. Il rosa rappresenta il gioco e l’infanzia ed è quindi adatto per la cameretta delle bambine, mentre nelle sfumature del pesca per le camere delle giovani adolescenti.

L'architetto del colore