SERRA RICCO'

È trascorso circa mezzo millennio da quando Antonio Pedemonte, ritrovò nel torrente Pernecco a Pedemonte di Serra Riccò, una lastra metallica. Era di bronzo e tutta incisa.
Non sapendo di avere scoperto uno dei più prestigiosi reperti epigrafici dell’antichità, redatto oltre millecinquecento anni prima pensò di portarlo in città per ricavarne denaro e fu venduta ad un calderaio di Genova. Fortuna volle che presso la bottega passò uno studioso che la riconobbe come importante e la segnalò per l’acquisto alla Repubblica di Genova.
Il testo della Tavola Bronzea presenta per studiosi di diverse discipline un interesse eccezionale perché aiuta a comprendere lo scenario storico, economico, sociale e politico nel quale operavano le popolazioni liguri nel II secolo a.C.

Per informazioni più approfondite consultare la cartella allegata

Scheda Lavoro

Committente:
Comune di Serra Riccò
Esecutore dei Lavori:
Arch. Luca Di Donna
Progettisti Incaricati:
Mantero e Salvarani Architetti Associati
Sistemi Applicativi Compatibili:
SILNOVO - ARIETE - LITOSIL