Grigi e Neri

In quanto assenza di luce, il nero rappresenta la negatività. È riposante ma è da evitare in caso di depressione. E’ sconsigliabile a tutta parete per l’assenza di colore e di luminosità, ma può servire per sottolineare dettagli, come cornici, modanature, quadri ed elementi d’arredo. E’ solitamente utilizzato con accostamenti di bianco, viola e rosa, conferendo una certa classe e stile. Nella moda occidentale il nero è infatti considerato elegante, simbolo di lusso e di autorevolezza.

Il grigio rappresenta una mentalità caratterizzata dall’oggettività e dall’equilibrio perché viene visto come il colore che contiene sia il “bianco” che il “nero” intesi come bene e male. E’ molto attuale e può avere sfumature fredde (con una punta di blu) e calde (con punte di rosso e giallo). Per la cucina è più indicato in questa varietà. Molto utilizzato con l’arredo moderno, dona all’ambiente stile ed eleganza, suggerendo perfezione tecnologica. Il grigio viene usato spesso per la sala bagno o per il soggiorno, accostato a colori vivi come il bianco, il verde, il giallo e l’arancio. I grigi e i neutri si abbinano bene per uno sfondo classico di toni non invadenti per creare interni insoliti e d’effetto.

L'architetto del colore